Silvio Cadelo

Silvio Cadelo è nato a Modena nel 1948. Attore e sceneggiatore, pubblica le sue prime storie nel 1979 in Italia, ma si afferma in Francia dove compare nel 1981 il suo primo album, Skeol, per le edizioni Desina. Del 1982 è il portfolio Strappi.
Fin dall’inizio, l’aspetto straordinario dell’arte di Cadelo si eprime nella capacità di evocare nel grottesco gotico delle sue tavole – dove miti antichissimi e icone pop convivono in un universo di simboli onirici e inquietanti – il mondo dell’inconscio.
Il suo uso del colore e la sua vena fantastica richiamano l’attenzione di Alexandro Jodorowsky, con cui ha inizio un lungo e proficuo sodalizio: Le Dieu Jaloux e L’ange Carnivore, che compaiono rispettivamente nel 1984 e nel 1986 presso Humanoïdes Associés ne sono il frutto.
Entrato a far parte dell’équipe di (À suivre), con il personaggio Envie de Chien (Voglia di Cane), Cadelo concepisce un fumetto “interattivo”: i lettori propongono all’autore idee di cui far tesoro nell’ideazione degli episodi.
Attualmente vive e lavora a Parigi, e negli ultimi anni si è affermato come creatore in arti visive, dalla pittura all’illustrazione, al web (all'indirizzo internet www.cadelo.net si può avere un saggio della sua maestria).

di Silvio Cadelo
Hazard ha pubblicato
la miniserie in due volumi
Voglia di cane.
Gli innocenti di Parigi