Albert Uderzo

25 Aprile 1927 — Alberto Aleandro Uderzo nasce a Fismes (Marne), di nazionalità italiana, terzo figlio di Silvio (ebanista) ed Iria Uderzo.

1929 — Trasferimento della famiglia Uderzo a Clichy-sous-Bois (Seine Saint Denis).

1934 — Cittadinanza francese della famiglia Uderzo.

1938 — La famiglia Uderzo si stabilisce a Parigi, in Rue de Montreuil 61.

1940 — Primo lavoro alla SPE (Societé Parisienne d’Edition) in qualità di letterista, ritoccatore di fotografie, correttore di bozze, grafico, ecc., ma, soprattutto, è l’anno in cui Albert Uderzo vede pubblicato il suo primo disegno su Junior (una parodia della favola del corvo e la volpe).

— Incontra Edmond-François Calvo (autore di "La Bête est morte"), che gli insegna il mestiere di disegnatore di fumetti.

1941/1943 — Per non essere arruolato, Albert Uderzo scappa in Gran Bretagna con il fratello Bruno.

— Di ritorno a Parigi, Albert Uderzo lavora con suo padre come aiuto-macchinista da un liutaio, nel quartiere di Ménilmontant.

1943/1944 — Albert Uderzo impara la saldatura autogena in una scuola dietro i Moulins de Pantin, ma le autorità tedesche lo mandano a Roanne ad immagazzinare le bombe.

— Fugge a Parigi e torna a vivere con i suoi genitori.

— Albert Uderzo vive allora nella clandestinità fino alla liberazione di Parigi il 25 Agosto 1944.

1945/1946 — Torna a lavorare con suo padre nell’atelier di liutaio.

— Albert Uderzo diventa intercalatore su Clic-Clac, e progetta un cortometraggio d’animazione.

— Primo fumetto: Flamberge Gentilhomme Gascon (storia di Moschettieri, su sceneggiatura di Em-Ré-Vil).

— In seguito ad un annuncio pubblicato su France Soir, crea il personaggio di Clopinard, per le editions du Chêne (pagato 5.000,00 Franchi a pagina!).

1946/1948 — Il giovane Albert Uderzo comincia a fare il giro degli editori proponendo le sue creazioni, come, ad esempio, Zartan l’homme macaque.

— Creazione dei personaggi di Arys Buck, Prince Rollin e Belloy, per il giornale O.K.

1948 — Novembre 1948: Va a fare il servizio militare ad Innsbruck in Austria, e diventa disegnatore autorizzato del reggimento (manifesti, diplomi, ecc.).

1949 — Ottobre 1949: Albert Uderzo si congeda.

— Il giornale O.K. smette di uscire.

— Conosce il signor Dansler del Syndicat des Dessinateurs pour Journaux d’Enfants (il Presidente di quel Sindacato è Alain Saint-Ogan) che gli consiglia di tentare la fortuna con i quotidiani (France-Dimanche o France-Soir).

1950 — Albert Uderzo lavora a France-Dimanche in qualità di disegnatore-reporter, per la rubrica di cronaca nera, e a France-Soir come illustratore delle strisce verticali ("le crime ne paie pas") ("il crimine non paga").

— Riprende il personaggio di Captain Marvel Junior per Bravo, per conto dell’agenzia Paris-Graphic.

1951 — Albert Uderzo conosce Yvan Chéron e Georges Troisfontaines, ed entra, come collaboratore, all’International-Press a Bruxelles.

— A Bruxelles, Albert Uderzo conosce Jean-Michel Charlier, Victor Hubinon, Mitacq, Eddy Paape e Jean Graton.

— Jean-Michel Charlier fa risuscitare il personaggio di Belloy, pubblicato sul supplemento del giovedì del quotidiano La Wallonie.

— Dimissioni da France-Dimanche.

— Incontro e amicizia spontanea con René Goscinny (appena arrivato dagli Stati Uniti) negli uffici parigini dell’International-Press (Avenue des Champs-Elysées).

— Stabilisce il suo atelier agli Champs-Elysées a Parigi.

1952 — Creazione, con René Goscinny, del personaggio di Jehan Pistolet, pubblicato su La Libre Junior (supplemento settimanale del quotidiano La Libre Belgique).

— Creazione (sceneggiatura di René Goscinny), su un’idea di Yvan Chéron, del personaggio di Luc Junior per lo stesso giornale.

— Prima versione di Oumpah-Pah. Progetto rifiutato da tutti.

— Parallelamente, Albert Uderzo realizza illustrazioni per racconti su Bonnes Soirées.

— Creazione di "Tom e Nelly" per Risque-Tout, e di "Marco Polo" per La Libre Junior, su sceneggiatura di Octave Joly.

— 15 Luglio 1952: incontra Ada Milani.

— Albert Uderzo si stabilisce a Eaubonne, in Rue des Boers, di fronte alla casa dei genitori di Ada.

1953/1954 — 5 Settembre 1953: matrimonio di Albert Uderzo con Ada Milani.

— Creazione, con René Goscinny, del personaggio di Sylvie, ripreso in seguito da Martial.

1955/1956 — Per aver voluto creare un "sindacato" di fumettisti, René Goscinny è "espulso" dalla Wolrld’s Presse.

— Per solidarietà, Albert Uderzo dà le dimissioni a sua volta dall’International-Press.

— Creazione di Edipresse (agenzia stampa) e Edifrance (agenzia di pubblicità) con Goscinny, Charlier e Jean Hébrard, con sede a Parigi, prima in Rue de la Bourse, poi in Rue Helder.

— Fondazione della rivista Clairon per la società Fabrique-Union, e del settimanale Pistolin per il cioccolato Pupier. Pistolet compare su Pistolin con il nome di Jehan Soupolet.

— Creazione, su sceneggiatura di René Goscinny, dell’avventuriero Bill Blanchart, per il giornale Jeannot. E’ la sola serie realista creata dal duo.

— Ripresa della serie "Benjamin et Benjamine" per il giornale che si chiama allo stesso modo, su sceneggiatura di René Goscinny.

— 24 Luglio 1956: nascita di sua figlia Sylvie.

— Creazione, in collaborazione con Franquin, Morris e Peyo, di un supplemento settimanale per i giornali da week-end, per i quali Charlier scrive "Banjo 3 ne répond plus!" (serie d’aviazione), mentre Goscinny crea il personaggio di Antoine L’Invincible. Il progetto non funziona.

1957/1962 — Collaborazione al Journal de Tintin per il quale Goscinny ed Uderzo creano i personaggi di Poussin e Poussif, la Famille Cokalane (pagina di pubblicità per la lozione Pétrole Hahn), la famille Moutonet e riprendono il personaggio di Oumpah-Pah.

1958 — Prepubblicazione di Oumpah-Pah sul Journal de Tintin fino al 1962.

— La famiglia Uderzo si stabilisce in Rue Rameau a Bobigny (Seine Saint-Denis).

— Incontro dell’équipe di Edipresse con François Clauteaux (responsabile pubblicità all’Oréal-Monsavon).

— Progetto comune con Radio-Luxembourg per la creazione di un giornale rivolto ai giovani francesi.

1959 — Per questo giornale, Uderzo e Goscinny volevano riprendere il tema di "Roman de Renart" in versione a fumetti. L’idea c’era. Quindi...

— Agosto 1959: creazione di Asterix e Obelix.

— 29 Ottobre 1959: primo numero di Pilote "Ca, c’est un journal!" ("Questo sì che è un giornale!"), edito dalla Societé Nouvelle du Journal Pilote (creata per l’occasione). Albert Uderzo ne è il direttore artistico.

— 29 Ottobre 1959: Prepubblicazione sul n°. 1 di Pilote, di "Astérix le Gaulois", su sceneggiatura di Goscinny, e di "L’Ecole des Aigles" e "Tanguy et Laverdure", su sceneggiatura di Charlier.

— Albert Uderzo è l’uomo tutto-fare del giornale: disegnatore, maquettista, illustratore, ecc.

1960 — Pilote viene riscattato da Georges Dargaud.

— Ritmo di lavoro sfrenato per Albert Uderzo: 2 tavole di Oumpah-Pah, 2 tavole di Asterix ed 1 tavola di Tanguy et Laverdure a settimana.

— 11 Agosto 1960: Prepubblicazione sul n°. 42 di Pilote di "La Serpe d’Or".

1961 — 30 Marzo 1961: Prepubblicazione sul n°. 75 di Pilote di "Danger dans le ciel — Tanguy et Laverdure".

— 18 Maggio 1961: Prepubblicazione sul n°. 82 di Pilote di "Astérix chez les Goths".

— Uscita del primo album di Asterix: "Astérix le Gaulois" (tiratura iniziale 6.000 copie) (It. "Asterix il Gallico", 1968).

— Uscita del primo album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "L’Ecole des Aigles".

1962 — 22 Febbraio 1962: Prepubblicazione sul n°. 122 di Pilote di "L’Escadrille des Cicognes — Tanguy et Laverdure".

— 22 Marzo 1962: Prepubblicazione sul n°. 126 di Pilote di "Astérix Gladiateur" (prima comparsa dei pirati).

— Uscita del secondo album di Asterix: "La Serpe d’Or" (tiratura iniziale 15.000 copie) (It. "Asterix e il falcetto d’oro", 1969).

— Uscita del secondo album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "Pour l’Honneur des Cocardes".

— In seguito ai risultati catastrofici di un referendum (undicesima posizione) effettuato sul Journal de Tintin, René Goscinny e Albert Uderzo decidono di interrompere Oumpah-Pah.

1963 — 7 Febbraio 1963: Prepubblicazione sul n°. 172 di Pilote di "Le Tour de Gaule".

— 28 Febbraio 1963 — Prepubblicazione sul n°. 175 di Pilote di "Mirages sur l’Orient — Tanguy et Laverdure".

— 5 Dicembre 1963: Prepubblicazione sul n°. 215 di Pilote di "Astérix et Cléopatre".

— Uscita del terzo album di Asterix: "Astérix et les Goths" (tiratura iniziale 15.000 copie) (It. "Asterix e i Goti", 1968).

— Uscita del terzo album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "Danger dans le ciel".

1964 — 23 Gennaio 1964: Prepubblicazione sul n°. 222 di Pilote di "Canon Bleu a disparu — Tanguy et Laverdure".

— 22 Ottobre 1964: Prepubblicazione sul N°. 261 di "Le combat des Chefs".

— 3 Dicembre 1964: Prepubblicazione sul n°. 267 di Pilote di "Cap Zéro — Tanguy et Laverdure".

— Uscita del quarto album di Asterix: "Astérix Gladiateur" (tiratura iniziale 60.000 copie) (It. "Asterix gladiatore",1969).

— Uscita del quarto album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "L’Escadrille des Cicognes".

1965 — 9 Settembre 1965: Prepubblicazione sul n°. 307 di Pilote di "Astérix chez les Bretons".

— 23 Settembre 1965: Prepubblicazione sul n°. 309 di Pilote di "Les Pirates du Ciel — Tanguy et Laverdure".

— Lancio del primo satellite francese soprannominato Astérix.

— Uscita del quinto album di Asterix: "Le Tour de Gaule" (tiratura iniziale 60.000 copie) (It. "Asterix e il giro di Gallia", 1978).

— Uscita del quinto album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "Mirage sur l’Orient".

— Uscita del sesto album di Asterix: "Astérix et Cléopatre" (tiratura iniziale 100.000 copie) (It. "Asterix e Cleopatra", 1969).

1966 — 28 Maggio 1966: Prepubblicazione sul n°. 340 di Pilote di "Astérix et les Normands".

— 19 Settembre 1966: Asterix è il protagonista della copertina del n°. 796 de l’Express, sottointitolato: "Astérix, le phénomène français" ("Asterix, il fenomeno francese").

— 10 Novembre 1966: Prepubblicazione sul n°. 368 di Pilote di "Astérix Légionnaire".

— Albert Uderzo e René Goscinny ricevono "le prix gaulois" dell’Académie gauloise di Montélimar.

— Uscita del settimo album di Asterix: "Le Combat des Chefs" (It. "Asterix e il duello dei capi", 1970).

— Uscita dell’ottavo album di Asterix: "Astérix chez les Bretons" (It. "Asterix e i Britanni", 1969).

— Uscita del sesto album delle Avventure di Tanguy e Laverdure: "Canon Bleu ne répond plus".

— Uscita del nono album di Asterix: "Astérix et les Normands". (It. "Asterix e i Normanni", 1970).

1967 — Sommerso dal lavoro su Asterix, Albert Uderzo passa "Tanguy et Laverdure" nelle mani di Jijé.

— 15 Giugno 1967: Prepubblicazione sul n°. 399 di Pilote di "Le Bouclier Arverne".

— Cambio di residenza della famiglia Uderzo a Neuilly sur Seine, in Boulevard Bineau (Haut de Seine).

— Uscita del decimo album di Asterix: "Astérix Légionnaire" (It. "Asterix legionario", 1968).

— Le vendite degli album delle avventure di Asterix raddoppiano il milione di copie.

— All’insaputa degli autori, e su iniziativa di Georges Dargaud, gli studi Belvision di Bruxelles fanno uscire l’adattamento in cartone animato di "Astérix le Gaulois" (It. "Asterix il Gallico"). Il film è un enorme successo di pubblico.

— Uscita del settimo album di Tanguy e Laverdure: "Cap Zéro".

— Uscita dell’ottavo ed ultimo album delle Avventure di Tanguy e Laverdure disegnato da Uderzo: "Pirates du Ciel".

1968 — 15 Febbraio 1968: Prepubblicazione sul n°. 434 di Pilote di "Astérix aux Jeux Olympiques".

— Uscita dell’undicesimo album di Asterix: "Le Bouclier Arverne" (It. "Asterix e lo scudo degli Averni", 1969).

— Uscita del film "Astérix et Cléopatre" (It. "Asterix e Cleopatra"), supervisionato questa volta da Goscinny e Uderzo.

— Maggio 1968: La redazione di Pilote è in subbuglio.

— 31 Ottobre 1968: Prepubblicazione sul n°. 469 di Pilote di "Le Chaudron".

— Uscita del dodicesimo album di Asterix: "Astérix aux Jeux Olympiques" (It. "Asterix alle Olimpiadi", 1972).

1969 — 22 Maggio 1969: Prepubblicazione sul n°. 498 di Pilote di "Astérix en Hispanie".

— Albert Uderzo riceve il titolo di Cavaliere delle Lettere e delle Arti.

— Uscita del tredicesimo album di Asterix: "Astérix le Chaudron" (It. "Asterix e il paiolo", 1970).

— Uscita del quattordicesimo album di Asterix: "Astérix en Hispanie") (It. "Asterix in Iberia", 1970).

1970 — 8 Gennaio 1970: Prepubblicazione sul n°. 531 di Pilote di "La Zizanie" (It. "Asterix e la zizzania", 1971).

— 9 Luglio 1970: Prepubblicazione sul n°. 557 di Pilote di "Astérix chez les Helvètes" (It. "Asterix e gli elvezi", 1971).

1971 — 4 Marzo 1971: Prepubblicazione sul n°. 591 di Pilote di "Le Domaine des Dieux" (It. "Asterix e il regno degli Dei", 1972).

— 30 Settembre 1971: Prepubblicazione sul n°. 621 di Pilote di "Les Lauriers de César" (It. "Asterix e gli allori di Cesare", 1973).

1972 — 4 Maggio 1972: Prepubblicazione sul n°. 652 di Pilote di "Le Devin" (It. "Asterix e l’indovino", 1973).

1973 — 31 Maggio 1973: Prepubblicazione sul n°. 687 di Pilote di "Astérix en Corse" (It. "Asterix in Corsica", 1974).

1974 — Album n°. 21: "Le Cadeau de César" (It. "Asterix e il regalo di Cesare", 1975).

— Goscinny lascia Pilote.

— Creazione dello Studio Idéfix (Georges Dargaud, René Goscinny, Albert Uderzo, tre soci in parti uguali).

1975 — Album n°. 22: "La grande traversée" (It. "Asterix in America", 1976).

1976 — Album n°. 23: "Obélix et Compagnie" (It. "Asterix e la Obelix S.p.A.", 1977).

— Uscita del cartone animato: "Les douze travaux d’Astérix" (It. "Asterix e le dodici fatiche").

1977 — 5 Novembre 1977: morte di René Goscinny, a 51 anni.

1978 — Chiusura dello Studio Idéfix.

1979 — Album n°. 24: "Astérix chez les Belges" (It. "Asterix e i Belgi", 1979).

— 1 Ottobre 1979: Costituzione delle edizioni Albert-René.

1980 — 12 Giugno 1980: Esce, come edizioni Albert-René, il venticinquesimo album di Asterix: "Le Grand Fossé" (It. "Asterix e il grande fossato", 1980).

1981 — Album n°. 26: "L’Odyssée d’Astérix" (It. "L’odissea di Asterix", 1981).

1983 — Album n°. 27: "Le fils d’Astérix" (It. "Il figlio di Asterix", 1983).

— Albert Uderzo riceve le "Prix du Génie" in occasione della Convention de la Bande Dessinée alla Bastiglia, per l’album "Le fils d’Astérix".

1985 — Maggio 1985: uscita del libro "Uderzo de Flamberge à Astérix" (Philipsen) — libro di ricordi di Albert Uderzo.

— Uscita del cartone animato "Astérix et la Surprise de César" (It. "Asterix e la sorpresa di Cesare"), realizzato da Paul e Gaîtan Brizzi.

1986 — Uscita del cartone animato "Astérix chez les Bretons".

1987 — Album n°. 28: "Astérix chez Rahazade" (It. "Le mille e un’ora di Asterix", 1987).

1989 — 10 Luglio 1989: Morte di Jean-Michel Charlier a 64 anni.

— Apertura del Parc Astérix.

— Uscita del cartone animato "Le Coup du Menhir".

1991 — Album n°. 29: "La Rose et le Glaive" (It. "La rosa e il Gladio", 1991).

— Ottobre 1991: uscita del libro "Uderzo-storix, L’aventure d’un Gallo-romain" di Bernard de Choisy (JC Lattès) — libro di ricordi di Albert Uderzo.

— Asterix è sulla copertina della rivista Time, per un numero speciale sulla Francia.

1994 — Asterix festeggia i suoi 35 anni. Le edizioni Albert-René pubblicano per l’occasione "le Journal exceptionnel d’Astérix".

1995 — Uscita del cartone animato "Astérix chez les Indiens".

1996 — Album n°. 30: "La Galère d’Obélix" (It. "Asterix e la galera di Obelix", 1996). E’ l’ultimo album uscito fino a questo momento.

1999 — "Le Prix du millénaire" viene conferito ad Albert Uderzo, in occasione del 26mo Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême.

— 3 Febbraio 1999: Uscita in Francia del film "Astérix et Obélix contre César" (It. "Asterix e Obelix contro Cesare"), con Gérard Depardieu, Christian Clavier e Roberto Benigni. (Film di Claude Zidi). Più di otto milioni di spettatori in Francia.

— 29 Ottobre 1999: Asterix festeggia i suoi 40 anni. Uscita, per quest’ occasione, del "Livre d’Astérix le Gaulois".

2000 — 26 Gennaio: Uscita di "Uderzo/Goscinny, la recette de la potion magique", catalogo della mostra omonima al 27mo Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême, Hazard Edizioni.

11 Aprile: Mostra "Asterix: la ricetta della pozione magica. Omaggio a Uderzo e Goscinny", Milano, Musei di Porta Romana, Hazard Edizioni e Arteutopia. Catalogo Hazard Edizioni.


di Albert Uderzo
hazard ha pubblicato
il catalogo